martedì 5 febbraio 2013

Pasta pasticciata alla zucca






“Con una zucca un po’ così…, la consistenza un po’ così…”
Un caro amico mi ha regalato una splendida zucca di una qualità mai vista prima, con la buccia liscia e verde, molto bella a vedersi (ops…non ho pensato di fotografarla! ), sembrava uscita da un libro di favole. Al taglio, però, ha deluso la mia aspettativa, si è rivelata fibrosetta e piuttosto acquosa. Avendone un certo quantitativo a disposizione, dopo aver fatto zuppe varie, ho pensato di acconciarla a “besciamella”, anzi, a “salsa” nel tentativo di addensare un po’ la polpa e renderla più cremosa. In un pentola: ho tostato 3 cucchiai di farina con un po’ di olio, aggiunto a poco a poco un po’ di brodo vegetale, circa un mestolo in tutto e continuato a rimestare la salsa densa ottenuta per qualche minuto, una vera e propria colla, alla quale ho aggiunto la polpa della zucca cotta al forno e frullata, ho lasciato cuocere questa salsa per qualche minuto. Nel frattempo ho cotto i maccheroni molto al dente, preparato una pirofila unta con olio, versato un po’ di pasta condita con la salsa, cosparsa di parmigiano e mandorle tritate sia nel primo strato che in quello in superficie. Cotto in forno a 180° per 15 minuti circa.

Polpa di zucca gr ???...tanta
Maccheroni gr 250
Mandorle tritate
Farina integrale cucch. 3
Parmigiano quanto basta
Olio Evo

Chissà poi perché la zucca cresce come niente nell'orto, tutti ne raccolgono a iosa e noi niente! Il noi rappresenta il marito ortolano e la sottoscritta, raccoglitrice e trasformartrice ; ) Il nostro primo orto, nella casa dove abitavamo prima, ha prodotto i primi frutti dopo circa 3 o 4 stagioni passate senza raccolto. Quando finalmente c'era una bella pianta con zucche in avvistamento, noi ci stavamo preparando a traslocare, a luglio abbiamo lasciato la casa e l'orto (in effetti di solito non  si trasportano) e le zucche se le sono mangiate gli inquilini subentrati. Nella casa nuova era tutto da fare, la terra piena di sassi e povera di nutrienti, ci è voluto un po' di incoraggiamento, malgrado questo, già dal primo anno la pianta c'era ed aveva i suoi frutti, ecco che arriva un "amico" ad aiutarci a sistemare il giardino e decapita la nostra zucca! La scorsa estate tutto prometteva bene, una rigogliosa pianta con diverse promesse zucche, e voilà, ci ha pensato la grandine che a metà luglio ci ha tritato tutto  : (  
Ma ce la faremo, lo so, prima o poi avremo una nostra zucca e allora faremo festa!

2 commenti:

  1. evviva il blog, evviva la zucca poco zucca!!! evviva la tua superottimacucina!!!
    Marco40

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco! graziegrazie, evviva anche il tuo commento: il primo!

      Elimina