lunedì 4 febbraio 2013

Zuppa di cavolo nero in bianco

Il cavolo nero, questo sconosciuto…dalle mie parti (Piemonte) sono in pochi a sapere cosa sia, credono che sia quello viola, ma no, eh che cavolo! Il cavolo viola è viola e il cavolo nero è verde scuro. Dopo questa doverosa e colorata precisazione, passiamo alla ricetta. Una variante della classica zuppa toscana, con omissione di pomodoro.
300 gr. fagioli cannellini (cotti in pentola pressione)
1 Cavolo nero
120 gr. farro
Cipolla, sedano, carota, aglio, rosmarino (per soffritto)
Olio EVO
(peperoncino in tavola)

Soffriggere in olio EVO cipolla, sedano, carota (in questo caso ho utilizzato un trito pronto che ho di scorta un freezer), aglio e rosmarino, dopo qualche minuto aggiungere il cavolo nero tagliato prima per il lungo e poi a striscioline (la costa in mezzo va tolta se è troppo coriacea o  ripulita dei filamenti più grossolani), si ripassa nel soffritto per qualche minuto, poco sale, incoperchiare lasciare cuocere qualche minuto fino a quando è necessario aggiungere acqua, coprire il tutto con acqua, dopo qualche minuto aggiungere i fagioli già cotti e, dopo che ha ripreso il bollore aggiungere anche il farro già cotto. Lasciar zuppettare per almeno 15 minuti, in modo che i sapori si amalgamininnn... amalgaminnnonno...amaaaaaaaaah, insomma fate così che vien più buona : D
Il cavolo nero è dell'ORTO!

Nessun commento:

Posta un commento