lunedì 8 aprile 2013

Cena Vegana Maison



Come avevo accennato nel post precedente, devo esaurire un po' di ricette che hanno come protagonisti i cavoli, i suoi fratelli e i suoi cuginetti. In questa foto potete ammirare dei cavoletti di Bruxelles, in primo piano la "testa" della pianta che li ha prodotti, commestibile, quindi raccolta e cucinata.
La foto qui sopra è stata gentilemente scattata dal mio compare che, dopo aver raccolto i frutti del suo lavoro da ortolano, ha approfittato del fatto di essere a casa alla luce del sole per scattare la foto. E qui apro una parentesi.  Dato che lavoro tutta la settimana con il classico fantozziano orario ufficio, parto il mattino e rientro la sera, va da sè che cucino solo la sera, se escludiamo il fine settimana. Non specifico l'ora di rientro, ma non è presto, specialmente in caso debba fermarmi per qualche commissione. Quindi, mettiamo il caso io abbia in mente di fare qualcosina e decida di pubblicarla qui, la scena che si presenta è pressoché la seguente:
è già tardi, e lo so
lavo, taglio, affetto
ho fame
metto sul fuoco
il compare apparecchia ... e io vado in ansia...ma come, già apparecchia?
abbiamo fame
continuo ad aggirarmi irrazionalmente per la cucina, almeno così pare
...sempre fame
la tavola è apparecchiata, ah
cuoce, non cuoce...boh
magicamente sembra che si arrivi ad un risulatato
...acquolina in bocca
eh, no, aspetta: la Foto!
faccio spazio sul tavolo apparecchiato, sparo una luce che dovrebbe fungere da faretto, ma professional non è e fa delle grandi ombre
scatto ... ri-scatto
Stop, finalmente si mangia!
Già, non bastava cucinare a delle ore improbabili, fare degli esperimenti improvvisati che non arrivano al dunque, ora anche le foto per il blog. Il compare per ora pazienta, anche se sta cominciando a mandare degli strani segnali, ad esempio ha mostrato alcune foto di pietanze ai suoi amici e ha detto loro: "ecco guarda qui, fai conto di aver mangiato, così usa a casa nostra: guardiamo le foto"  : (
...questa sarebbe la "Cena Virtuale Maison"...

Torniamo alle ricettine semplici, veloci, vegan:


Pasta di saraceno con cavoletti e noci
250 gr. pasta di grano saraceno, formato gnocchetti
300 gr. cavoletti di Bruxelles + testa
10 noci
olio EVO

Mettere sul fuoco la pentola con l'acqua per la pasta, nel mentre tritare i gherigli di noce aggiungendo un goccio di olio di oliva (EV) e qualche cucchiaiata di acqua di cottura fino ad ottenere una crema morbida. Quando l'acqua bolle buttare i cavoletti lavati e tagliati, poco sale, e dopo qualche minuto la pasta. Scolare il tutto e mantecare con la crema di noci e olio Evo. Per questo genere di condimenti serbo sempre da parte un po' di acqua di cottura per eventuale necessità. Buona buona, e la crema di noci viene benissimo senza altre aggiunte.




Frittellone lenticchie e borragine
3 cucch. farina di lenticchie
2 cucch. borragine cotta e tritata

Stemperare la farina di lenticchie con l'acqua fino ad ottenere una consistenza tipo pastella e lasciar riposare una decina di minuti. Aggiungere una bella manciata di borragine tritate e sbollentate, ne ho dei cubetti in freezer e ne ho usati due. Amalgamare il tutto e cuocere in padella come una frittatina, ci mette un po' più di tempo e se tentate di girarla prima o si rompe o non si stacca, quindi abbiate pazienza. Lo so per esperienza ; )

3 commenti:

  1. trovo una bella idea la pasta con i cavoletti è l'aggiunta della noce da un sapore più facile al cavoletto specie per i bambini

    RispondiElimina
  2. La descrizione della Cincia che arriva a casa e cucina mi è chiarissima, come chiarissima è l'immagine di compare che affamato aiuta a scattare la foto con il solo scopo di poter poi mangiare :-))...belle le ricette, ops...direi ottime, sono rimasta colpita da quella di saraceno, cavoletti e noci, a veder la foto davvero pare tu abbia condito con della crema mentre invece è solo la cottura delle noci spezzettate con acqua di cottura, mitico! anzi sei "mitica!". Chapeau (si scriverà così?)!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sei la mia fan ufficiale! Riguardo alla pasta di saraceno, forse avendo scritto "mettere la pentola sul fuoco" è fraintendibile... ora la correggo. Quello che volevo dire è che la Crema di Noci si ottiene a freddo nel tritatutto con aggiunta di olio e acqua di cottura... adesso vado a specificare, grazie dell'indicazione

      Elimina