venerdì 19 luglio 2013

Erbario





Con questo piccolo erbario personale, mi propongo di raccogliere le ricette inerenti alle erbe aromatiche ed erbe selvatiche sia coltivate sia spontanee. Aggiornerò di volta in volta la pagina con le nuove ricette e con altre foto. Le immagini sono al puro scopo dimostrativo e non si propongono come sostituti di un vero e proprio "erbario",  per questo potrete trovare diverse pubblicazioni curate da specialisti.
Avvertenze!
Per raccogliere le erbe spontanee è necessaria l'esperienza "sul campo", non bastano le fotografie di un libro! Meglio imparare a riconoscerle con sicurezza, dato che alcune erbe spontanee sono velenose. E' di alcuni giorni fa un episodio di intossicazione grave avvenuto a Torino ( vedi articolo ).

Anni fa ho partecipato ad una serie di incontri di "raccolta erbe" tenuto dalle mie parti da un'erborista e da allora ho continuato a raccoglierle, ho conosciuto persone che me ne hanno mostrate altre ed ho così integrato la mia conoscenza, pur avendone ancora molte da imparare. Vedo che questo tipi di corsi sono proposti un po' ovunque quindi, se siete interessati ma ancora "a digiuno di erbe selvatiche", vi consiglio di prenderne parte, di solito sono giornate piacevoli e rilassanti. Considerate di fare la vostra passeggiata di raccolta erbe nella zona nella quale andrete a raccoglierle, in aree diverse anche lo stesso tipo di erba può variare un pochino traendo in inganno i meno esperti.

Quando raccogliete le erbe, non vi affidate solo al senso della vista. Siamo così abituati ad usarla in prevalenza. Portando attenzione si portrà trasformare il momento della raccolta in un esercizio sensoriale:  i cinque sensi vi saranno d'aiuto.
La vista per adocchiare l'erba e confrontarla con il vostro manuale, valutarne forma, tonalità e luminosità del coloreil tatto quando l'avrete tra le mani per sentirne la consistenza, ruvida spessa liscia pelosa etc.;  l'olfatto per riconoscerne il profumo, l'odore tipico acre, pungente, dolce, aromatico, etc. l'udito, ebbene sì, a volte anche l'udito. Ad esempio, se si passa tra le mani un ciuffo di silene si sentirà un rumore, uno sfrigolio che non vi lascierà dubbi sul fatto che abbiate trovato proprio quest'erba.
Infine, quando siete sicuri della vostra raccolta, potrete avvalervi naturalmente del senso del gusto per assaggiarle!

 
Aglio orsino (allium ursinum)
Aglio orsino: preparazione n. 1


Alliaria alliaria petiolata
Alliaria: preparazione n.  1

Alloro: preparazione n. 1 2


Ajucca phyteuma betonicifolium

Ajucca gigante con macchia nera
Ajucca con bocciolo commestibile
Ajucca: preparazione n. 1  2  3 4


Basilico: preparazione n. 1

 
Borragine fiorita








Borragine borago officinalis











Borragine: preparazione n. 1  2  3  4 5


Spinacio del buon Enrico chenopodium bonus Henricus
Buon Enrico: preparazione n. 1


Erba cipollina in fiore allium schoenoprasum
Erba Cipollina: preparazione n.1


Creste di gallo o vedovelle selvatiche knautia arvensis
Creste di gallo: preparazione n. 1, 2, 3


Dragoncello artemisia dracunculus
Dragoncello: preparazione n. 1 2

Finocchietto selvatico foeniculum vulgare
Finocchietto selvatico: preparazione n. 1 2 3


Levistico levisticum officinale
Levistico gigante con mano
Levistico o Sedano di montagna: preparazione n.


Malva malva silvestris
Malva: preparazione n. 1

Luppolo: preparazione n. 1

Ortica: preparazione n. 1


Piattello hypochoeris radicata
Piattello: preparazione n. 1, 2

Piantaggine: preparazione n. 1 2

Prezzemolo: preparazione n. 1 2 3


Rosmarino rosmarinus officinalis
Rosmarino: preparazione n. 1 2 3 4 5

Rosolaccio: preparazione n. 1


Rucola eruca sativa
Rucola: preparazione n. 1 2 3

Salvia salvia officinalis




















Salvia: preparazione n. 1 2 3

Santoreggia satureja hortensis  o montana ?









Santoreggia satureja hortensis  o montana ?









Santoreggia: preparazione n. 123 , 45  6  7  8


Silene silene vulgaris o italica
Silene: preparazione n.12 3 4 5

Tarassaco: preparazione n. 1 2

Timo fiorito thimus vulgaris

Timo: preparazione n. 1 2 3

Verbena odorosa Alloysia citriodora o Lippia citriodora

Verbena odorosa: preparazione n. 1,

7 commenti:

  1. Che bella idea hai avuto, sono poche le persone che conoscono bene le erbe e mi fa piacere raccogliere informazioni su questa pagina.
    Grazie!

    RispondiElimina
  2. hai fatto un bel escursus sulle erbe consocerle è una fonte infinita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero col tempo di aggiungerne anche altre...

      Elimina
  3. Ma che bello questo erbario mia cara Cincia! Che bello il commento, come sempre liscia e precisa nelle tue considerazioni. E che belle le erbe, alcune le riconosco come coinquiline della Cincia. Bello davvero bello. Il piattello penso di avercelo presente, ma non sono sicura, quindi spero che avrò l'occasione di incontrarlo per strada con te una volta, chissà...

    RispondiElimina
  4. Che bello il tuo erbario! Anch'io sono una patita d'erbe, come sai... Brava, Cincia, ottimo lavoro!!! Baci.

    RispondiElimina
  5. Molto bello ed nteressante questo erbario; in primavera vado sempre alla ricerca del buon enrico, ma non mi capita mai di vederlo.

    RispondiElimina