venerdì 13 dicembre 2013

Cavolfiore gratinato al curry

 

Eccovi una versione indo-padana del classico cavolfiore gratinato. 
Il curry lega benissimo con il cavolfiore, con la besciamella e con il parmigiano.
Lo sapevate che una parte della produzione del latte in Italia è garantita dal lavoro di alcuni immigrati indiani? Sono impiegati in particolare nel cremonese dove si produce il grana padano. Con la loro secolare adorazione per le mucche le trattano bene a quanto pare. Potete approfondire qui.
E il Verdiano lo conoscete? E' il parmigiano preparato con caglio vegetale, ideato da un caseificio in collaborazione con l'Università di Parma, dedicato a chi per motivi etici o religiosi esclude dalla propria dieta i formaggi preparati con caglio animale. 
Per ulteriori dettagli, cliccate e leggete.

Un piatto tradizionale che incontra una spezia tipica orientale.
Il lavoro degli immigrati indiani che permette il mantenimento dei ns. prodotti tipici. 
Questo piatto gustoso lo dedico alle persone che cambiano paese, a chi cerca una nuova opportunità di vita, alle integrazioni che funzionano, alle storie con il lieto fine. 
Troppe ne abbiamo sentite di storie di immigrazioni tragiche e tante le voci becere che gridano all'invasore. E' bene ogni tanto ricordare che ci sono situazioni che si evolvono in modo positivo e persone la cui collaborazione ci è preziosa.


Ingredienti:
800 gr. cavolfiore
500 gr. di latte
 50 gr. farina
 25 gr. di burro
  4 cucchiai di curry indiano
  1 cucchiaio di curcuma
  1 cucchiaio di semi di cumino
parmigiano q.b.
pepe e sale q.b

Cuocere il cavolfiore a vapore per 15 minuti circa. Io non scarto i gambi, al limite li sfilaccio un po' togliendo la parte più fibrosa, rimane la parte interna buona ad effetto patata. Nel frattempo metto il burro nel tegame, come vedete per la besciamella dimezzo la quantità di burro, viene bene ugualmente. Per rendere la ricetta più indiana ed anche un tantino meno "satura", si potrebbe utilizzare del ghee o burro chiarificato ma io onestamente non ne avevo a disposizione ed ho usato il burro, alla prossima ci provo.
Mentre il burro si scioglie aggiungere il curry, la curcuma e il pepe, la farina, salare e girare con attenzione fino a quando il tutto è ben intriso e amalgamato al burro. Unire il latte a poco a poco, portare a ebollizione e spegnere dopo pochi minuti.
Disporre il cavolfiore in una pirofila distribuire il parmigiano sul cavolfiore, e versarci sopra la besciamella speziata. Distribuire i semi di cumino qua e là, mettere in forno a 180° per 20 min. circa, gli ultimi 5 min. con il grill acceso in modo da dorare per bene il tutto. I semi di cumino sono diventati croccanti e friabili, esaltando qua e là  il sapore del curry.



20 commenti:

  1. Mmm ... grazie per questa ricetta, mi piacciono questi sapori e profumi mescolati, domani ci provo.

    RispondiElimina
  2. Bella questa tua versione indo-padana del cavolfiore al forno :) Da provare!

    RispondiElimina
  3. Ooh che buono il cavolfiore gratinato! Mai fatto con la besciamella speziata, però! Mi garba, mi garba proprio! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Peanut, allora attendo la tua versione "sgrassata",
      a presto
      Su

      Elimina
  4. Non ho mai mangiato il cavolfiore con curry! Proverò a farlo!! Complimenti!! Baci!

    RispondiElimina
  5. Hai proprio ragione, purtroppo la gente tende a parlare sempre male degli immigrati e a ricordare solo le esperienze brutte. E i giornali hanno la loro parte di colpa perchè scrivono sempre delle cose brutte e mai delle belle esperienze.
    Ed è bello condividere le varie esperienze culinarie, così si possono ottenere rivisitazioni di ricette classiche davvero gustose e sfiziose come hai fatto tu con questi cavolfiori gratinati speziati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, qualche notizia buona a volte filtra anche dai giornali per fortuna!

      Elimina
  6. mi piace quell'aggiunta di spezie al cavolfiore che lo rende più "aggreable" piacevole al gusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Günther, eh l'aggettivo in francese fa piacere, nobilita ; )

      Elimina
  7. Ciao bella Cincia che bella la tua besciamella!
    Sempre delle belle idee.
    Ti auguro un Buon Natale!
    Ti abbraccio.
    Sabri

    RispondiElimina
  8. Ciao, Cincia. Mi piace questa versione speziata del gratin di cavolfiore e trovo intrigante l'uso del cumino come nota croccante e profumata.

    Grazie della visita. A presto

    RispondiElimina
  9. Ciao Su, evviva le storie di immigrazione a lieto fine, evviva gli indiani (e la loro cucina), evviva il grana padano ed evviva soprattutto questi cavolfiori originali e golosi!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva anche il tuo entusiasmo e la tua spontaneità,
      un bacione a te!
      Su

      Elimina
  10. Adoro il cavolfiore e questa ricetta dev'essere davvero buona. L'unica cosa è che in famiglia ci sono presenti intolleranze ai latticini. Dici che con una besciamella e un latte vegetale, poterbbe essere buona lo stesso? Grazie mille.
    semplicibricioledivita.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mara, ben passata di qui. Direi che andrà benissimo una versione senza latte, forse quello che si sentirà di più sarà la mancanza del parmigiano. Per questo ti consiglio di usare un buon latte d'avena o di mandorla e di aggiungervi anche un generoso trito di mandorle per dare gusto, ci starà benissimo. Fammi sapere se lo proverai!

      Elimina