venerdì 4 aprile 2014

Zuppa di cannellini e avena con erbette novelle



L'altro sabato è stato il mio primo ufficiale di primavera, nel senso che l'ho vissuto in maniera consona a questa bella stagione delicata e frizzante. Ovvero prima di tutto le pulizie del sabato, quelle ordinarie, ed un tocco di lavori extra, sì, quelle cosette che si fanno una volta ogni tanto. Un lavoretto in aggiunta qua e uno là, facendo finta di niente...non chiamiamole pulizie di primavera, no, per favore, altrimenti mi spavento. Son fatta così, se penso alle pulizie di primavera mi sembra di dover fare chissà cosa, di dover sollevare la casa da sola e portarla a lavare al fiume, un lavoro da Ercole.
E invece l'altro sabato molto furbescamente, quatta quatta ho fatto finta di niente mi sono messa all'opera senza neanche rendermene conto, senza fatica, anzi vi dirò con un certo piacere. Vediamo cosa combinerò domani, però mi raccomando, shhh, non ditemi nulla!

Tornando alla mia prima giornata di primavera, la mattina come vi ho detto è stata dedicata ai lavori, ma il pomeriggio viene il bello, passeggiata nel bosco con amica o sola, questo col bel tempo anche in inverno, ora il vantaggio è poter raccogliere le prime erbe spontanee. In ogni caso, ve l'accennavo già nel precedente post, la Vera "Attività" Primaverile Irrinunciabile è: buttare un bel tappeto sul prato e sdraiarcisi! Di solito insieme al tappeto, un cuscino e una borsa di tela contente: libro/i, quaderno e altro, le mie cosette proprio come una ragazzina, e sul prato si legge, si scrive, non si fa di conto e si pratica (yoga) o semplicemente si guarda il cielo. Cosa c'è di più bello?

A una zuppa legumi e cereali non si rinuncia, stagione a prescindere, a questa ho aggiunto una manciata di erbette appena spuntate e un'abbondante spolverata di santoreggia. L'unica erba aromatica davvero rigogliosa in questi giorni, le altre sembrano ancora un po' addormentate.

Ingredienti:
250 gr. cannellini 
  80 gr. avena
   1 cipolla
   1 cucch. di dado vegetale 
   1 manciata di erbette
   2 cucch. di santoreggia 
   sale integrale q.b.
Beh, non c'è bisogno delle spiegazioni, ma per completezza: fagioli (ammollati dalla sera prima e ben risciacquati) in pentola a pressione con l'avena, la cipolla e il dado vegetale, per 30min circa. Scoperchiare e aggiungere le erbette e la santoreggia, cuocere ancora 5 min. Aggiungere olioEvo e pepe a piacere.

11 commenti:

  1. Buonissima, mi fai venire proprio voglia di mangiare, si potrebbe dire che la primavera è nel piatto!!!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Grazie mille per essere passata dal mio blog e per i commenti. Ti seguo volentieri!!!

    RispondiElimina
  3. hai ragione, le zuppe sono irrinunciabili e con le prime erbette sono piacevolissime.
    come attività primaverile io alterno boschi e spiaggia, in questo periodo è poco affollata e si sta benissimo ;)

    RispondiElimina
  4. Oggi qua è tornata la pioggia, la tua bella zuppetta con una manciata di primavera ci starebbe proprio bene ;) Buon fine settimana ...e non aggiuno altro ;)

    RispondiElimina
  5. Buonissima la zuppa di cannellini, anch'io la preparo spesso anche in questa stagione e la adorano anche le bimbe... con l'aggiunta di erbette appena colte sicuramente ancora più rigenerante!

    RispondiElimina
  6. Una zuppa buonissima! Bella proposta!
    Un bacione e a presto!

    RispondiElimina
  7. che belli ingredienti che ha questa zuppa, una zuppa completa avena è poco usato ma è buonisisma

    RispondiElimina
  8. ...son sempre in ritardo sui commenti: grazie a tutti voi!
    baci ; )

    RispondiElimina
  9. Io non le ho ancora cominciate quelle cose la....
    Sai che invidio molto le tue passeggiate nel bosco? E anche questa fantastica zuppa.
    Un bacione cara Su.

    RispondiElimina
  10. mmm con il freddo e la pioggia di questi giorni, la prima invitante ricetta che vedo è questa gustosa zuppa!!! non ho mai usato l'avena nelle minetre, da provare!

    RispondiElimina