venerdì 25 luglio 2014

Torta di mandorle e carote


Avrei potuto postare questa torta il 09 Luglio, ricorrenza speciale, sono 5 anni che questo splendido gattone ci ha scelti come compagni di vita ed è arrivato in modo delicato e rispettoso. 
In ogni caso lo abbiamo festeggiato, sinceramente lo festeggiamo sempre il nostro supermicio e lui, a suo modo, ci festeggia.
Quando al mattino viene a fare le fusa sul letto, zampettando solo dove c'è il copriletto!
Quando io o il mio compare rientriamo a casa ci viene sempre incontro, quando c'è bello, quando piove e anche quando nevica!
E, sì, è un signor Gattone, non si tira indietro, non si ferma mica per qualche fiocco di neve e vedeste che bello saltellare nella neve già alta cercando di non sostare troppo nell'umido. (Già è un'estate fredda e piovosa e arrivo io a parlare di neve!)
Tornando a noi, Leopoldo sullo sfondo era lì semplicemente in veste di aiutante, consulente diciamo. Evidentemente anche in veste di "modello", ma non diteglielo se no la prossima volta se ne va dallo sfondo. Eh, i gatti son così (vd. anche qui), lui stava lì perché ero intenta a fotografare la torta, avessi avuto l'intenzione di fotografare lui si sarebbe innervosito ed inibito. 
Questa torta non rientra tra i suoi dolci preferiti, come tutte quelle con la frutta secca. Leo predilige il panettone, i dolci con il burro come la pasta frolla e non vi dico quanto gli piacciono i biscotti con il burro come le paste di meliga. 
Tempo fa di notte mi sono svegliata a causa di un rumore, un gran tamburellare, non riuscivo proprio a capire cosa stesse succedendo, mi alzo, vedo Leo scappare dalla cucina e trovo un contenitore di paste di meliga, nella sua confezione di plastica rotonda, spostato, schiacciato e con piccoli buchi doppi. Leo ha tentato tenacemente con le unghie e con i denti, di aprire la confezione per assaggiare qualche biscottino. La mattina dopo facendo finta di niente, si avvicina in mezzo a noi due mentre facciamo colazione, si mette in una posizione composta con le zampe davanti unite, indossa uno sguardo da bravo gattone e ci guarda insistentemente, me in particolare, apre e chiude la bocca e il messaggio è chiaro " me lo fai assaggiare?". Sfido voi a non dargliene un pezzettino! Non miagola mai quando chiede qualcosa, ma si fa capire molto bene con lo sguardo deciso e i gesti precisi, che tipo. A me a volte ricorda QUESTO, lo conoscete?
Beh, adesso non vorrei che dopo aver visto il video pensiate male di lui, devo dire che Leo a parte qualche piccolo tentativo di furto non ha mai fatto danni.  
Per me, per noi è un tesoro peloso meraviglioso.



Ingredienti
250 gr. di mandorle con la pellicina siciliane
250 gr. di carote bio
130 gr. zucchero di canna ecosolidal chiaro
4 uova
2/3 gocce di limone per i bianchi a neve

Tritare le mandorle. Grattuggiare le carote sottili (con un attrezzo elettrico è meglio perché rimarranno più asciutte) e poi fare anche un giro di lama per accorciarle, in modo che la lunghezza delle carote non sia d'impaccio quando taglierete la torta a fette.
Lavorare i tuorli con lo zucchero, quando sono chiari e spumosi aggiungervi le carote e le mandorle, montare i bianchi a neve con le gocce di limone ed incorporarli al composto dolcemente. Cuocere in forno per 40-45 min. a 180°.
Il procedimento è identico a quello illustrato per la torta di nocciole, in questo caso cuocerà un po' di più a causa dell'umidità delle carote.
Le fette sono un pochino sbriciolose, c'è chi aggiunge la farina per renderla più compatta, ma a me piace così, la faccio da anni in questo modo. 
Era un po' che non la facevo e ringrazio mio fratello per avermela ricordata. Lui pensava la ricetta l'avessi scovata io invece, guarda un po', si trova sul primo libricino di cucina che mio padre ha pubblicato anni fa. Ebbene sì, papà ha pubblicato dei libri di cucina per diletto, purtroppo non sono tanto facili da reperire e allora mi fermo qui, del resto questa è un'altra storia...


18 commenti:

  1. Ma davvero così, senza farina, senza lievito? Sembra proprio fantastica, naturalmente me la segno.
    E che bello e simpatico Leopoldo, si direbbe proprio un vero signor gatto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì, provala! come quella di nocciole, grazie al tuo commento ho notato che non avevo messo il link e ora ho corretto ; )

      Elimina
    2. Ho fatto la torta di nocciole (come ciambellone, però)! E' davvero buonissima!

      Elimina
  2. questa torta semplice e profumata mi ispira molto, sembra rustica, ma insieme delicata...
    ieri ho comprato mezzo kg di mandorle, quasi quasi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentine, dai provala! Fra l'altro, è da un po' che non ti leggo... aspetto tue prelibatezze...

      Elimina
    2. torta appena sfornata!
      la assaggio domattina a colazione :)))

      Elimina
    3. ci è piaciuta tanto :)
      è soffice e gustosa anche se non ha grassi aggiunti: grazie per averla condivisa con noi!

      Elimina
    4. grazie cara, mi fa tanto piacere che tu l'abbia provata e che vi sia piaciuta!

      Elimina
  3. Ha un bellissimo aspetto e sarà deliziosa :) Complimenti a te e al papà ed un saluto al supermicio! :)
    P.S. Non vedo l'ora che pubblicherai l'altra storia!!! ;)

    RispondiElimina
  4. Interessante questa torta senza farina, mi stuzzica molto.
    Il tuo gatto è bellissimo!

    RispondiElimina
  5. complimenti per il micio, una torta molto interessante per l'abbinamento carote e mandorle

    RispondiElimina
  6. ma allora sei figlia d'arte! e allora si spega!
    questa torta di carote e mandorle mi piace assai.... io ho fatto una chiffon con carote e mandorle.... ma questa mi sembra più buona!!!
    smetti di lavorare e vattene in ferie a coccolare il rosso peloso sopra!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cala cala, l'artista è lui, papà, nome d'arte Toto (senz'accento mi raccomando).
      ah, che bell'idea starmene stramazzata al suolo ad imitare e coccolare il peloso!

      Elimina
  7. Stupendo!!!!! Il gatto rosso a pelo lungo è sempre stato il mio sogno... anche se vado matta per i gatti.. Anche la torta deve essere molto molto buona.. :)

    RispondiElimina