venerdì 20 marzo 2015

Cavolfiore stufato con scamorza e dadini di pane di segale


L'avete vista l'eclissi di sole? Malgrado il cielo nuvoloso abbia permesso un'osservazione di pochi istanti, era bellino il sole a forma di luna, vero?
Intanto dicono che si è già fatta primavera, e io sono in smisurato ritardo con le tasche piene di ricette invernali, estraggo questa al cavolfiore. Un piatto unico vegetariano, una di quelle cosine buttata insieme per caso e che nella sua semplicità riesce a dare una certa soddisfazione. Un tipico pastrocchio della Cincia, per intenderci.

Ingredienti:
1 Cavolfiore
1 Scamorza (non affumicata)
3 fatte di pane di segale
Olio Evo, sale e pepe q.b.

In una padella con poco olio mettere il cavolfiore a tocchi, rigirare per qualche minuto, lasciarlo "sudare" , rigirare e aggiungere una tazza d'acqua solo quando diventa necessario, di solito dopo circa 10 minuti. Salare il cavolfiore, coprire e cuocere a fuoco medio, dopo altri 10 min. aggiungere il pane di segale tagliato a dadini. Quando il cavolfiore è cotto aggiungere la scamorza a fette in superficie, coprire ed abbassare la fiamma al minimo fino allo scioglimento del formaggio. 

5 commenti:

  1. sembra molto appetitoso preparato cosi', brava!!!!!baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Hmm tu ami proprio la segale, vero? Ho ancora un po' di chicchi comprati per la zuppa di quest'inverno. Semplice e gustoso come sempre i tuoi piatti, questo stufato.

    RispondiElimina
  3. Un piattino così è quello che ci vorrebbe stasera, così gustoso!
    Tanti bacetti, Su e buon fine settimana.




    RispondiElimina
  4. devo dire che il cavolfiore cosi diventa più interessante

    RispondiElimina
  5. Dunque, ti racconto una storia. Con l'intenzione di rifare il tuo piatto, vedo che pane di segale non se ne trova. Poco male: cuocio direttamente la segale rimasta dalla tua zuppa di quest'inverno. Cotta quella, l'ora inoltrata, vado sicura a tirare fuori il cavolfiore per scoprire che quancuno c'ha fatto il pinzimonio. Pero' c'erano delle rape che ballavano da un po' in frigorifero. Allora zuppa di rape, timo, funghi, e segale... vedi un po' come funziona la cucina!

    RispondiElimina