martedì 29 dicembre 2015

Con le lenticchie non si scherza...



A Natale ho fatto finta di niente, sono rimasta in silenzio, ma potevo continuare a tacere? Potevo esimermi dal condividere le mie lenticchie? E no, cari miei, quest'anno saranno 20 anni che non passa anno senza che io non prepari le mie adorate lenticchie per il veglione.
Naturalmente non le mangio solo all'ultimo dell'anno, come tutti i legumi è un piatto gradito e frequente sulla mia tavola, mentre per certe persone è proprio quella cosa che se ne mangia un cucchiaio a capodanno, giusto perché è tradizione. Sono le persone che si stupiscono quando alla cena per 8 porto una pentola con quasi un kilo di lenticchie, peso da secche ; ) Già, perché loro le assaggiano, non pensano che ci sia gente che se gliene riempi 4 piatti non smetterebbe di mangiarle e che quel qualcuno sia io. 
Allora pronti, partenza via....è in arrivo una valanga di lenticchie!



Ingredienti:
800 gr. di lenticchie ammollate dalla sera prima
1 cipolla grande
2 carote
3 gambi di sedano
3 pomodori secchi
rosmarino e un paio di foglie di alloro
Olio Evo e sale q.b.




Soffriggere cipolla carota sedano con rosmarino e alloro, aggiungere i pomodori secchi a tocchetti, quando il soffritto è consumato, aggiungere le lenticchie lasciandovele a lungo, rigirandole per bene e quando sono tutte intrise aggiungere l'acqua necessaria alla cottura e un po' di sale. Se usate la pentola a pressione è sufficiente coprire lo strato di lenticchie con poca acqua di più e lasciarle 20 minuti dal fischio. Senza pressione il volume d'acqua doppio ed è necessario cuocerle per almeno 40 minuti.


Vi auguro un nuovo anno con abbondanza di bontà semplici come queste lenticchie.

martedì 1 dicembre 2015

Gnocchetti di saraceno alla zucca


Adoro gli gnocchetti di saraceno, ne ho sempre una confezione in casa, specialmente in inverno vedi questiquesti qui. Con un pacco di ottima farina di saraceno biologica della mia zona che i guardava da tempo dalla dispensa, la tentazione di provarli a fare era forte. Quindi in uno dei rari pomeriggi passati a casa ci ho provato, quanto mi piace mettere le mani in pasta e lo faccio raramente. Devo ammettere di essere abbastanza fortunata malgrado la mia inesperienza, riesco ad avere dei risultati discreti quasi sempre. Il quasi ve lo spiego prossimamente...
Ho lavorato e formato gli gnocchetti piuttosto facilmente, la grande differenza paragonandoli a quelli confezionati è lo spessore. Utilizzando farine integrali tipo due, sono rimasti piuttosto spessi, ma ugualmente buoni e per niente "pesanti" all'assaggio. 



Ingredienti:
Per la pasta
210 gr. di farina di grano saraceno
 90 gr. farina integrale tipo 2
acqua q.b.
Ho impastato le farine con l'acqua per 15 minuti circa, per almeno 10 min. è necessario. Lasciar riposare una mezz'oretta, formare dei cilindri sottili tagliarli a tocchi ed arricciarli a gnocco su apposito attrezzo scanalato. 

Per il condimento
200 gr. di zucca
100 gr. di casera valtellina (o formaggio a pasta dura dolce)
 50  gr. di parmigiano reggiano 
 10  gr. di burro
2 cucch. di mandorle
1 cucch. di olio Evo
salvia

Ho tagliato la zucca a tocchetti e l'ho cotta in padella con uno spicchio d'aglio (che poi ho tolto) e un filo d'olio, ho lasciato coperto fino a cottura. In un altra padella ho sciolto il burro aggiunto la salvia e le mandorle a listarelle, vi ho saltato la pasta bollita aggiungendo la zucca e il casera a dadini, mantecando il tutto con acqua di cottura e parmigiano.